La Casa del Mezzajolo

In questa grande casa viveva il “Mezzajolo” con la sua famiglia. Il Mezzajolo è stato una figura importante durante la bonifica della Val di Chiana nel corso del XVIII° sec.

Lo stato di avanzamento dei lavori è quello che si definisce “al rustico”, per lasciare all’acquirente la possibilità di scegliere a proprio gusto pavimenti, rivestimenti, coloriture, apparecchi igienico-sanitari diversi da quelli proposti in capitolato e messi in opera nel “Casino di caccia” a titolo di esempio. In tal caso queste varianti saranno concordate con  la proprietà in sede di contratto e realizzate con costi e tempi definiti.
Analogamente potranno essere concordate e realizzate specifiche soluzioni di arredamento

Il lotto è di complessivi mq. 2.550 ca. di cui mq. 2.400 ca. a giardino privato su due livelli.

Nel giardino alcuni alberi sono stati già messi in opera; si prevede di completare la siepe di confine e di attrezzarlo con: carport per 3 automobili in prossimità dell’ingresso al lotto; area soggiorno- pranzo coperta di mq. 45; piscina di mq. 50 con doccia

Il casale è stato costruito con materiali tradizionali, ma con tecniche aggiornate che garantiscono impermeabilità delle fondazioni e quindi assenza di umidità di risalita, elevata coibenza termica e acustica, grande robustezza della struttura

Piano Terra (mq. 130)

Piano Primo (mq. 130)

ground floor mezzajolo 1 

first floor mezzajolo 1

Sala da pranzo collegata direttamente alla cucina e prospettante sulla zona pranzo esterna coperta; sala soggiorno con caminetto prospettante sulla zona soggiorno esterna coperta; un bagno di servizio; una camera con bagno.

Due camere; un bagno; una camera con bagno; una suite composta da camera principale, bagno, soggiorno o camera.

PLANIMETRIA GENERALE

plan casa mezzajolo

  • Superficie lotto mq. 2.550
  • Superficie giardino mq. 2.400
  • Car port per n. 3 auto
  • Gazebo mq. 45
  • Piscina ml. 5 x 10
  • Totale superficie coperta mq. 260 + 45
  • Camere da letto n. 6
  • Posti letto n. 12
  • Bagni n. 5

Gli impianti, realizzati con materiali di alta qualità, prevedono:

  • impianto di riscaldamento a termosifone alimentato a GPL;
  • impianto di condizionamento dell’aria ambiente con apparecchi inverter;
  • predisposizione di impianto fotovoltaico integrativo;
  • impianto elettrico interno ed esterno;
  • impianto TV satellitare;
  • impianto di distribuzione dell’acqua potabile calda e fredda;
  • impianto di innaffiamento, comprendente una cisterna da lt. 10.000 per recupero acque piovane;
  • impianto di smaltimento dei liquami, delle “acque grigie” e delle acque saponose.

La manutenzione del verde e della casa può essere affidata a ditte locali di provata serietà, che possono offrire anche una sperimentata gamma di servizi di accoglienza ed intrattenimento.
Le stesse ditte possono anche curare la messa a reddito del casale tramite affitti settimanali nel periodo compreso tra aprile ed ottobre.